Olio extravergine di oliva


Un viaggio in Umbria non è completo senza passare dalla tavola. La gastronomia fa parte del fascino della regione nella stessa misura di boschi, affreschi, castelli. Le ricette tipiche di ogni città o borgo hanno molto a che fare con l’identità stessa del luogo.

Uno dei protagonisti assoluti della tavola umbra è l’olio. L’olio umbro vanta una qualità, che ha pochi pari in Italia: circa il 90% è extravergine. olio-oliva-500

Le pregiate e peculiarei caratteristiche organolettiche, che rendono l’olio umbro uno dei migliori olii al mondo, sono il risultto del lento e faticoso lavoro dell’uomo che ha saputo coniugare le particolari condizioni climatiche e ambientali della campagna umbra con tecniche di raccolta e spremitura appropriate.

L’altitudine e la lontananza dal mare hanno reso da una parte più complicata la coltivazione, dall’altra hanno consentito al frutto di maturare più lentamente, mantenendo un tasso d’acidità molto basso.

Sebbene venga prodotta una piccola quantità d’olio (solo il 2% della produzione nazionale), la qualità è elevatissima. A ciò si è aggiunta la competenza degli agricoltori, capaci di combinare sapientementetradizione e innovazione: oggi le olive vengono raccolte all’inizio e non al termine del processo di maturazione, quando il frutto presenta il massimo dell’aroma fruttato e il minimo di acidità. Inoltre si è conservata la tradizione raccolta manuale, la cosiddetta “brucatura” per non recare danno ai frutti. Infine le olive vengono inviate al frantoio senza aspettare che sia completato il raccolto per essere lavorate al massimo della loro freschezza.

A Perugia, nelle miti serate primaverili, uno sciame di turisti e studenti di età e provenienza
A Perugia i ristoranti sono nascosti nelle viuzze del centro storico. Mentre nell’inverno perugino ripararsi
Se siete a Perugia non potete non provare i piatti tipici della tradizione perugina. Ecco
Siete sempre alla ricerca di eventi enogastronomici in giro per l’Italia? Ecco gli eventi le
In Umbria quattro sono le Strade del Vino, che, grazie alla valorizzazione delle aree vitivinicole